Sabato 16 al Ducale l’evento per sostenere “Le case di Atta”

0

Un Natale speciale presso il Palazzo Ducale di Genova. Dalle ore 10 alle 17, l’Associazione “TuttiperAtta” raccoglierà sabato 16 dicembre fondi per il progetto “Le Case Di Atta“, ovvero gli appartamenti messi a disposizione delle famiglie dei bimbi ricoverati al Gaslini

Nell’arco di tutta la giornata sarà possibile acquistare un Pandolce “Da Carlo” e contribuire così allo storico progetto creato da Alessandra, Maurizio e la magnifica “squadra” che ogni anno organizza Attatrail ad Arenzano e porta avanti numerosi progetti finalizzati alla raccolta fondi per la cura, l’assistenza, l’intrattenimento dei bambini malati e l’accoglienza delle loro famiglie.

LE CASE DI ATTA
Il progetto prevede la messa a disposizione di quattro appartamenti, tre ad Arenzano e uno a Genova a pochi metri dall’ospedale Gaslini, per ospitare i bambini affetti da patologie gravi e le loro famiglie

TUTTI PER ATTA
L’Associazione nasce da una storia, quella di una bimba di nome Agata, che tutti chiamavano Atta e che a soli 18 mesi si è ammalata di un tumore infantile, il neuroblastoma, che l’ha portata in cielo a tre anni e mezzo, dopo due anni di lotta e di cure. La sua forza, esemplare, è la grande ricchezza che ha lasciato tra noi. Pensando a lei e a tutti i bimbi come lei, ci siamo raggruppati in associazione – TuttiperAtta – lavoriamo da più di cinque anni nell’organizzazione di eventi, uno in particolare – Attatrail – una camminata per famiglie e per runners, sui monti di Arenzano, 9 edizioni fatte, che ha richiamato, nelle ultime edizioni, più di mille persone. Con i fondi raccolti, abbiamo, abbiamo durante i primi anni, aiutato diverse associazioni, tra cui l’Associazione Marruzza Regione Liguria Onlus, Radio tra le note e Porto dei piccoli Onlus, per poi cominciare ad autofinanziare nostri progetti che hanno sempre al centro l’attenzione per bimbi malati, le loro cure, l’assistenza, l’accoglienza e l’intrattenimento. L’associazione è formata da soli volontari, un grande gruppo di amici di Agata, con la volontà forte di arrivare con piccoli passi vicino al cuore dei bimbi che soffrono.

Condividi questo articolo