A Orientamenti l’evento su “tradizione e innovazione” nell’agricoltura promosso da Stelle nello Sport e Bayer

0

Giovedì 17 novembre Stelle nello Sport ha chiuso la lunga stagione degli eventi dedicati al mondo della scuola con un importante evento di “orientamento”. Al Salone promosso da Regione Liguria, è andato in scena  l’incontro “Tradizione ed innovazione, gli ingredienti per la buona agricoltura”, riservato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.

Alla Sala Maestrale dei Magazzini del Cotone è stato proiettato il cortometraggio “L’Altra Terra” prodotto da Bayer in collaborazione con Giffoni Innovation Hub. Spunto ideale per il “talk” che è stato moderato da Michele Corti a cui hanno partecipato Fabio Minoli  (Direttore Comunicazione Bayer Italia), Maurizio Gerini (Produttore di Olio e Campione di Motociclismo) e Roberto Panizza (Imprenditore e inventore del Mondiale del Pesto). Il saluto di Regione Liguria è arrivato da Simona Ferro, Assessore allo Sport e alla Scuola.

Lo short-movie “L’Altra Terra” è stato presentato al Giffoni Film Festival ed è stato selezionato in diverse rassegne cinematografiche sia in Italia che all’estero. Il corto green – in pochi mesi – è già stato apprezzato da oltre 25.000 persone, soprattutto studenti delle scuole superiori di secondo grado in occasione di momenti formativi, di dibattito e orientamento.

Nel raccontare il passaggio di una tenuta agricola dai nonni alla nipote, il regista Daniele Pignatelli fotografa la tradizione del lavoro agricolo che prosegue attraverso l’innovazione. Si continua a produrre il particolare prodotto di quella stessa terra, grazie alla passione tramandata da una generazione all’altra, ma ora con tecniche e app di agricoltura 4.0.

“Agli studenti verrà illustrata l’agricoltura come scoperta di un nuovo stile di vita”, sottolinea Fabio Minoli Rota. “Il lavoro della terra è tra i più antichi del mondo, e nel nostro film abbiamo voluto mettere al centro la tradizione ma presentare anche questa attività come una eccellente occasione per i giovani che in questo settore possono incontrare grandi opportunità. Nel cortometraggio la protagonista, una giovane laureata di 30 anni, prende in mano l’azienda di famiglia e grazie alle nuove tecnologie trasforma la tenuta agricola in un sistema avanzato che controlla da un device”.

L’incontro, ideale per gli studenti delle terze, quarte e quinte superiori, ha permesso di comprendere quanto l’agricoltura rappresenti oggi una opzione per una vita all’aria aperta, in un settore che è un’eccellenza per il nostro Paese. Basti pensare, in Liguria, a olio e basilico e quindi al pesto. In tal senso Maurizio Gerini e Roberto Panizza hanno portato le loro esperienze. Un altro tema in primo piano è stato la sostenibilità dell’agricoltura nei sistemi di oggi.

“Con questo corto, abbiamo deciso di affidarci a un nuovo e innovativo strumento di comunicazione per il mondo agricolo che potesse offrire al pubblico l’opportunità di conoscere più da vicino l’agricoltura e il ruolo che potrà svolgere in futuro per le nuove generazioni”, aggiunge Minoli . “Il cortometraggio è stato girato dopo aver effettuato una ricerca di mercato che ha coinvolto giovani dai 18 ai 28 anni con l’obiettivo di fotografare la loro conoscenza sul settore dell’agricoltura e il rapporto che intercorre tra la Generazione Z e la conoscenza degli strumenti innovativi nel mondo agricolo. È così nata l’idea di produrre un film che raccontasse una storia che vede protagonista differenti generazioni che ruotano intorno ad una azienda agricola per spiegare come la professione dell’agricoltore rinasce e si aggiorna grazie all’innovazione, al digitale e alle nuove tecnologie, indispensabili per ridurre l’impatto ambientale e promuovere il Made in Italy nel mondo”.

Per Stelle nello Sport è stato l’evento di chiusura di una lunga stagione. L’adesione delle scuole è stata molto importante e il percorso “educational” del progetto ligure che promuovere la cultura dello sport tra i giovani si chiude dopo oltre 30 incontri con attività e concorsi che hanno coinvolto più di 15.000 studenti nel 2022.

Condividi questo articolo