“Pillole di Movimento”: l’Uisp contro la sedentarietà

0

Anche Genova sarà tra le città coinvolte in “Pillole di Movimento”, campagna
nazionale Uisp-Unione Italiana Sport Per tutti  nell’organizzazione  di contrasto alla sedentarietà e di promozione della cultura del movimento, che vede protagonisti 31 Comitati Uisp e da gennaio coinvolge oltre 235 Comuni italiani e 370 tra associazioni e società sportive dilettantistiche. Una campagna che sarà sostenuta anche da Stelle nello Sport, storico partner di Uisp in numerose iniziative a cominciare dalla Festa dello Sport.

Il progetto è finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per lo Sport nell’ambito del Bando EPS 2020 e attraverso le farmacie dei circuiti Gruppo Lloyds e Federfarma provinciali, partner del progetto, verranno distribuite 480.000 confezioni di “Pillole di movimento”. CLICCA QUI per visualizzare il programma

Le confezioni di “Pillole di movimento” che verranno distribuite in tutta Italia,
contengono coupon gratuiti che permetteranno di scegliere tra una rosa di oltre
1200 attività sportive e motorie promosse in tutta Italia. Ovvero, il bugiardino contenuto nella scatola, molto simile a quella di un farmaco da banco, consente di poter usufruire di un mese gratuito di attività fisica e verrà consegnato dal farmacista, così come un qualsiasi medicinale.

Lodo Guenzi, attore e cantante nella band Lo Stato Sociale, è il testimonial
nazionale della campagna ed ha realizzato uno spot promozionale.

STORIA E OBIETTIVI DEL PROGETTO – Il progetto è nato a Bologna nel 2011,
grazie ad una rete molto capillare creatasi tra Uisp, le aziende Asl e le farmacie
coinvolte. Un’idea vincente e assolutamente innovativa, che si è affermata nel
territorio e che grazie a questo progetto nazionale verrà lanciata per la prima volta
a livello nazionale. Un progetto urgente per andare a contrastare i numeri che ci indicano un crescente tasso di sedentarietà nel nostro Paese, accresciuto ancor più dalla
pandemia. Se è statisticamente provato che all’aumentare dell’età aumenti la
percentuale di persone sedentarie, in Italia è il 36,6% della popolazione (dati
Epicentro) a non svolgere regolarmente attività fisica. Spesso per motivi di salute
o di età, ma frequentemente anche per ragioni economiche.

Il progetto UISP “Pillole di Movimento” mira proprio a questo, ad abbattere con
una formula semplice e diretta le barriere che spesso ci dividono dallo svolgere
attività fisica. Progetto partito da Bologna undici anni fa, oggi raggiunge un respiro
nazionale in 31 Comitati territoriali della stessa UISP che andranno a
coinvolgere 370 Società e Associazioni Sportive Dilettantistiche (estese su
235 Comuni e Aree Metropolitane).

In tutta Italia verranno distribuite 480mila confezioni di Pillole di Movimento su
un’estensione di territorio che toccherà 235 Comuni italiani. I Comitati UISP liguri
di Genova e La Spezia aderiranno al Progetto Pillole di Movimento partendo da
un dato, quello che vede la Liguria nona per tasso di sedentarietà in Italia, seppur
con una percentuale più bassa della media nazionale.

“Pillole di Movimento è un’esperienza avviata nel 2011 e da buona pratica
territoriale, oggi diventa campagna nazionale – ha spiegato alla presentazione
nazionale del Progetto presso Palazzo D’Accursio, a Bologna, il Presidente UISP
Nazionale, Tiziano Pesce Si configura come una campagna di comunicazione e contrasto alla sedentarietà incentivando princìpi di vita attiva. Dobbiamo superare indici di sedentarietà molto negativi nel nostro Paese e dobbiamo farlo con la fiducia e con l’ottimismo di superare prima possibile questa pandemia. In questo momento diviene fondamentale la condivisione delle azioni progettuali, nonché il finanziamento di questa progetto dal Dipartimento dello Sport. E anche Federfarma ci supporterà, assieme agli interlocutori della sanità pubblica”.

Le istituzioni, a partire dal Dipartimento dello Sport del Governo presieduto da
Michele Sciscioli, hanno risposto presente sostenendo Pillole di Movimento.
“Ringrazio UISP perché un progetto come Pillole di Movimento non risponde solo
alle esigenze specifiche della crisi pandemica, ma aumenta anche l’accesso alla
pratica sportiva promuovendo le pari opportunità, contrastando ogni forma di
discriminazione e incentivando la partecipazione attiva. Il Governo ha investito 10
milioni per progetti di questa tipologia nell’anno 2021, e continuerà a farlo anche
nel 2022, e questo perché tutto il mondo dell’associazionismo sportivo è stato
messo in difficoltà dalla pandemia”.

Per ulteriori informazioni sulle farmacie e le società sportive aderenti al Progetto
sul territorio di Genova, verranno comunicate nel dettaglio in sede di conferenza
stampa. Per ogni altra informazione è possibile consultare anche il sito
https://pilloledimovimento.uisp.it/

Condividi questo articolo