I 18 anni a tutto ritmo di Alessia Motzo. Verso il sogno a passo di Danza

0

Il talento non ha età, ma non è mai abbastanza presto per affinarlo e coltivarlo. La disciplina sportiva aiuta a temprare non solo il fisico ma anche il carattere e quindi a superare con grinta quei periodi in cui la vita non sorride.
Una lezione che Alessia Motzo ha imparato subito. Tra le Junior più votate nel Trofeo PSA di Stelle nello Sport, danzatrice rampante e pronta a entrare sulla pista degli scenari più grandi, compie 18 anni proprio il 23 aprile 2021, e per tutta la dedizione e l’impegno che mette in quello che fa si meriterebbe i regali più belli. Il destino beffardo ha invece deciso di guastarle la festa con un piccolo intoppo. Lei però sa che questa non è altro che una piccola pausa per riprendere fiato, prima di rigettarsi nella danza a un ritmo ancora più scatenato. Con la forza dell’allenamento e della famiglia che alle spalle, ma anche col supporto dei tanti che già la conoscono e la tifano.

Nella classifica Junior di Stelle nello Sport, stai ricevendo molti attestati di stima dai tuoi sostenitori sparsi per tutta la Liguria. Ti aspettavi una tale ondata di affetto dalle persone?  

«Sinceramente sono molto sorpresa di tutti i voti che sto ricevendo e di questo sono molto felice, non nego che mia mamma, allenatrice di Pattinaggio Artistico e Direttrice di due scuole, ha tanti amici quindi soprattutto per merito suo mi stanno votando tante persone, quindi un enorme grazie a tutte le persone che mi stanno sostenendo e che credono in me»

Da dove nasce la passione per la Danza? Quando hai cominciato a praticarla?

«Mi è sempre piaciuto ballare fin da piccolina, mia mamma mi ha sempre raccontato che appena sentivo la musica iniziavo a muovermi già a pochi mesi di vita. All’ età di 3 anni ho iniziato il Pattinaggio Artistico, l’allenatrice era mia mamma, ero molto brava a muovermi ma avevo troppa paura di cadere quindi dopo un po’ di anni mia mamma ha capito che la mia vera passione era la danza e quindi mi ha lasciata libera di scegliere e di inseguire il mio sogno»

Hai sempre avuto un grande aiuto da parte della famiglia…

«Devo ringraziare i miei genitori e nonni per starmi sempre vicino nelle mie scelte, senza il loro supporto non sarei riuscita ad arrivare a ottenere i risultati che ho avuto. Credo che la famiglia sia parte fondamentale sulla carriera di un’atleta»

Quanto ti alleni ogni giorno? Come mantieni il tuo corpo in forma?

«Purtroppo è dal 2 di Aprile che sono chiusa in casa insieme alla mia famiglia per via del COVID, per fortuna stiamo bene ma queste settimane sono state molto pesanti e non vedo l’ora di ritornare a danzare e soprattutto a essere libera. Inoltre Venerdì 23 è pure il mio compleanno, compio 18 anni e sono molto triste perché non posso festeggiarlo con gli amici e con le compagne di danza, ma appena potrò uscire recupererò. 

Ciò premesso, in generale mi alleno quasi tutti i giorni per tante ore, il sacrificio è tanto ma quando ballo mi sento libera e soprattutto sto bene con tutte le mie compagne di squadra, siamo davvero una grande Famiglia.

Una danzatrice, come tutti gli sportivi, deve tenere il fisico sempre in forma e proprio per questo motivo cerco di seguire un’alimentazione corretta»

Qual è stata, per il momento, l’emozione più grande della tua carriera?

«Quando ho vinto l’Oro al Campionato Italiano FIDS in classe A nel 2019 nella specialità “DISCO DANCE”. È stata un’emozione davvero unica, anche perché non me l’aspettavo, appena hanno nominato il mio nome sul gradino più alto del podio sono scoppiata a piangere dalla gioia.

Devo dire che questa non è stata l’unica emozione che ho avuto, di emozioni ne ho avute tante, ho ottenuto sempre degli ottimi risultati e questo grazie alle insegnanti che ho avuto»

Quali sono per te i valori dello sport, in generale, e quelli in particolare della Danza?

«I valori dello sport per me sono tutti uguali in qualsiasi sport e li ho sempre paragonati come ai dieci comandamenti:

1 Rispetto

2 Collaborazione

3 Risultato

4 Competizione

5 Emozione

6 Integrazione

7 Disciplina

8 Costanza

9 Impegno

10 Sacrificio»

È evidente che attribuisci grande importanza allo sport…

«Fare sport è importantissimo e spero vivamente che anche lo sport promozionale possa riprendere a fare attività. I bambini non possono continuare a non fare attività sportiva, è vero siamo in piena pandemia ma certe persone non si rendono conto che i danni sui bambini sono ancora più gravi del COVID»

Ci racconti un segreto…rivelabile? Una pratica, un rito, un motto che ti ha aiutato a diventare una campionessa?

«Il mio motto è sempre stato: ” Crederci Sempre, Arrendersi Mai”.

 Questa frase me la ripeto ogni giorno anche nei momenti difficili e ritengo che “Pensare Positivo” sia fondamentale per crescere in tutti i sensi. Nelle cose bisogna crederci davvero altrimenti è difficile raggiungere risultati di qualsiasi tipo»

 Una passione al di là della Danza?

«Cucinare. Fin da piccola mia nonna mi ha sempre insegnato a fare tante cose come preparare torte dolci, torte salate, pizze, sughi e tutto questo mi da tanta soddisfazione e su certe cose posso dire di essere meglio di mia mamma… anche se ci vuole poco… ovviamente sto scherzando!»

Qual è il tuo rapporto con la Liguria? Cosa ti piace di più della regione?

«La Liguria è una regione splendida, mare e monti in pochissimi minuti. La cosa che mi piace di più della mia Regione è il mare, a Levante con le coste più rocciose e frastagliate, a Ponente invece più sabbiose, insomma abbiamo l’imbarazzo della scelta.  Un ‘altra cosa che mi piace tantissimo è il nostro famoso Pesto di Pra e la Panissa fritta.

Sono felice di vivere in Liguria in particolar modo a Genova, penso che sia una città bellissima»

C’è una figura, del mondo dello sport o in generale, che è per te motivo di ispirazione?

«Devo essere sincera, non ho una figura in particolare che mi dà ispirazione. Mi sento di dire che mi piace molto il programma televisivo di “Amici”, lo guardo sempre, mi piace guardare nuove coreografie, tifo sempre per i ballerini e mi immedesimo nei loro balli. Sono ragazzi giovani come me, quindi sono loro il mio motivo d’ispirazione per diventare una “Grande Ballerina”»

Che consigli daresti a una bambina che si avvicina alla Danza per la prima volta?

«Il mio consiglio è quello di divertirsi e di amare quello cha ha scelto di fare, solo così potrà diventare una Grande Campionessa!»

Quali sono i tuoi programmi per il 2021?

«Innanzitutto spero che si torni alla normalità il più presto possibile, credo che sia molto importante tornare a gareggiare come una volta per poterci riabbracciare dopo una competizione e condividere con le compagne di squadra e con le insegnanti le emozioni senza la paura di avvicinarsi tra noi, speriamo di tornare liberi. In programma ho tre gare molto importanti, a Giugno il Sardinia Cup in Sardegna, a Luglio i Campionati Italiani a Rimini e a Ottobre i Mondiali»

Spiega per quali ragioni è importante votarti e lancia Un messaggio-saluto finale a tutti i tuoi sostenitori di Stelle nello Sport!

«Sono sicura che le persone che mi conoscono e che mi vogliono bene mi voteranno. Detto questo spero che dopo questa intervista che stelle nello sport mi ha dedicato, di attirare l’attenzione di qualche sostenitore in più. Ringrazio di cuore tutte le persone che mi stanno votando e quelle che mi voteranno e sarei felicissima di salire sul palco di Stelle nello Sport per essere premiata. Sarebbe il mio più bel regalo per i miei 18 anni».

Federico Burlando

Condividi questo articolo