Bach rieletto alla guida del CIO. “Grazie mille dal profondo del cuore”

0
369
epa07671001 International Olympic Committee (IOC) president Thomas Bach (R) from Germany and Italy's National Olympic Committee (CONI) president Giovanni Malago (L) sign documents with Italian delegation after Milan-Cortina in Italy has won the bid to host the 2026 Winter Olympic Games the first day of the 134th Session of the International Olympic Committee (IOC), at the SwissTech Convention Centre, in Lausanne, Switzerland, 24 June 2019. EPA/LAURENT GILLIERON

Il Comitato Olimpico Internazionale prosegue il suo cammino all’insegna della continuità,  Thomas Bach rappresenterà la guida dirigenziale per altri quattro anni.

Il 67enne dirigente tedesco, olimpionico del fioretto a Montreal ’76, ha ricevuto un consenso quasi unanime nel corso della 137esima Sessione del CIO. A suo favore 93 membri CIO, un voto contrario e 4 astenuti. Per l’ex schermidore si tratta del secondo mandato alla presidenza del Comitato Olimpico che guida dal 10 settembre 2013, quando fu eletto nel corso della Sessione di Buenos Aires.

“Grazie mille dal profondo del cuore per questo travolgente voto di fiducia  – le parole del Presidente rieletto -. Per me, questo è ancora più travolgente considerando le molte riforme e le molte decisioni difficili che abbiamo dovuto prendere e che hanno colpito tutti noi. Tutto ciò mi tocca profondamente e mi rende umile. Quando mi avete eletto per la prima volta come vostro presidente nel 2013 a Buenos Aires, dissi che volevo guidare il CIO secondo il motto della mia campagna “Unità nella diversità” ed essere un presidente per tutti voi e per tutti i nostri stakeholder. Questo impegno vale anche per il mio secondo e ultimo mandato. La mia porta, le mie orecchie e il mio cuore rimangono aperti per ognuno di voi. Spero di poter contare sulla vostra continua dedizione, sul vostro sostegno e la vostra amicizia anche durante questi altri quattro anni “.

Nel corso del suo primo mandato, Bach ha avviato le riforme dell’Agenda Olimpica 2020 per il futuro del CIO e del Movimento Olimpico che sono state adottate nella Sessione di CIO di Monaco, nel 2014.

Dopo le elezioni, il CIO ha approvato il Rapporto di chiusura dell’Agenda Olimpica 2020 all’unanimità, un’Agenda che ha cambiato profondamente i Giochi Olimpici, il CIO e l’intero Movimento.

Il Comitato Esecutivo del CIO ha proposto di dar seguito al percorso tracciato in questi anni con l’Agenda Olimpica 2020+5 che sarà discussa venerdì nel corso dalla sessione CIO.

Stelle nello Sport rivolge i migliori auguri di buon lavoro al presidente Bach, soprattutto affinché lo Sport assuma sempre più voce in capitolo nelle scelte dei governanti di tutto il Mondo anche grazie all’attività di relazione del CIO.

Condividi questo articolo