La stella nello sport Paola Fraschini protagonista al Festival di Sanremo

0
301

Sette titoli mondiali nel pattinaggio, esperienze televisive e circensi di valore internazionale. Paola Fraschini, testimonial degli incontri nelle Scuole di Stelle nello Sport e premiata in occasione del nostro Galà nel 2010, nel 2015 e nel 2018, aggiungerà questa sera un altro capitolo alla sua storia personale di sportiva e artista di successo.

Oltre ad essere la prima donna a vincere un Mondiale di Solo Dance Senior nel 2009 e la prima pattinatrice ad esibirsi in forza al Cirque du Soleil, Paola Fraschini sarà anche la prima atleta del mondo del pattinaggio artistico a calcare il palco del Festival di Sanremo, arrivato quest’anno alla 71esima edizione condotta da Amadeus e Fiorello. L’ex pluricampionessa azzurra della Federazione Italiana Sport Rotellistici, che dopo aver dominato incontrastata nella Solo Dance ha vinto la medaglia d’oro ai Mondiali di Novara del 2016 con il quartetto “Celebrity”, accompagnerà con una performance gli artisti Colapesce&Dimartino, in gara tra i big con il brano “Musica leggerissima” già a partire da questa sera su Rai 1.

“Non posso svelare nulla – sono le prime parole di Paola Fraschini, raggiunta telefonicamente nella bolla di un Sanremo caratterizzato da rigidissime misure anticontagio da Coronavirus -. Sono emozionata perchè è passato tantissimo tempo dall’ultima volta che mi sono esibita in Italia. La coreografia l’ho ideata io stessa e ovviamente non ho potuto condividerla per mantenere il segreto. Sarà una sorpresa per tutti, quasi a ricordare lo stupore che ho provato io quando sono stata chiamata dalla Sony per questo progetto. Posso però dire che sarò vestita in modo semplice e che accompagnerò il brano nella parte finale per oltre un minuto. Infine, come sempre prima di un’esibizione, mi allaccerò i pattini allo stesso modo, partendo dal destro: un rito scaramantico che ho da quando ero atleta della Nazionale”.

Già dalle prove l’ex azzurra, che vanta ben 7 medaglie d’oro iridate, si è resa conto che pattinare sull’Ariston non sarà una passeggiata. “È scivoloso, è in discesa e per una pattinatrice gli spazi del palco risultano limitati – prosegue la genovese classe 1984 -. Ma nulla che io non sappia gestire dopo anni passati in forza al Cirque du Soleil dove, per lo spettacolo “Volta”, interpretavo il personaggio di “Ela”, una paladina della libertà che mi rispecchia appieno. Lo scorso marzo, a causa della pandemia, il Cirque du Soleil ha sospeso gli spettacoli in America; sono dunque ritornata in Liguria dove alleno all’Asd Sturla pattinaggio Genova”.

Ma Paola Fraschini, che nel 2020 ha partecipato a “Tu si Que Valès” e nel 2018 ha pubblicato il libro autobiografico “Come il leone e la farfalla”, ha grandi progetti per il futuro. “Avendo un master in coreografia mi piacerebbe creare, in collaborazione con Pattinaggio Creativo, una compagnia di pattinatori che siano non solamente atleti, ma anche performer e artisti a 360 gradi – chiude la Fraschini -. L’obiettivo è quello di portare il pattinaggio artistico fuori dai palazzetti per farlo conoscere a quante più persone possibile. Sono stata una precorritrice di questa strada, ora vorrei spianarla per altri pattinatori talentuosi”. 

Condividi questo articolo