Davide Sciuva all’IC Oregina: “Per l’hockey in carrozzina un colpo di fulmine”

0
694

Si apre con la testimonianza di Davide Sciuva, giovane azzurro di wheel chair hockey (hockey in carrozzina) l’edizione 2021 di “Una Classe di Valori”, uno dei filoni scolastici del progetto Stelle nello Sport. Oggi l’incontro con gli studenti della Scuola Secondaria di 1° grado dell’Istituto Comprensivo di Oregina. 

Una malattia lo costringe alla sedia a rotelle all’età di 13 anni. Originario di Ceva in provincia di Cuneo, residente a Cairo Montenotte.  La sua grande forza d’animo lo spinge a trovare nello sport l’ambiente per porsi obiettivi stimolanti e realizzarsi. Nel 2014 inizia l’attività con i Blue Devils di Genova  e ora gioca con gli Sharks di Monza. Dai diavoli agli squali.

“La malattia? Un cambiamento, qualcosa a cui devi far fronte e a cui devi adattarti. Io avevo alle spalle una dozzina di anni tra Nuoto  e Calcio, ho scoperto l’hockey in carrozzina ed è stato amore a prima vista – racconta Sciuva -. Questo sport mi piace perché la vittoria è sempre del collettivo e quando scendo in campo mi sento stimolato a esprimere il massimo del mio potenziale”. La stoffa del Campione? Già agli inizi. “Si, ricordo con grande piacere i complimenti dell’allenatore avversario per un assist che feci durante la mia seconda partita”. Attenzione meticolosa ai dettagli. “Insieme ai miei compagni, organizziamo meeting in videochiamata per analizzare schemi in vista delle partite”.

Tra le tante emozioni, Davide sceglie l’emozionante finale del Cinque Nazioni vinta contro la Finlandia nel panorama di una disciplina che vede l’Italia, annualmente, contendersi la supremazia con Olanda e Germania. Sciuva sente molto vicina la comunità di Cairo Montenotte. “Quando ho lanciato la raccolta  per la nuova carrozzina da gioco, abbiamo totalizzato 400 condivisioni e 1500 euro soltanto nei primi due giorni. In tre giorni abbiamo raggiunto l’obiettivo”.

 

I suoi hobby sono le serie TV, la lettura e le uscite con gli amici. “Ho iniziato gli studi al DAMS e vorrei diventare uno sceneggiatore”. Agli studenti dell’IC Oregina ricorda “la sete di cultura e conoscenza, con una voglia di leggere e studiare arrivata a metà della quinta superiore. Storia, francese e inglese le mie materie preferite”.

Davide, milanista e fan di Lebron James, parla del futuro. “Non vedo l’ora di ripartire con il campionato. Gli Sharks riprenderanno condizione fisica e mentale con l’obiettivo di vincere lo Scudetto anche  se contro Black Lyons Venezia sarà durissima. E anche in Nazionale l’obiettivo è fare bene e onorare la maglia numero 9 ricevuta in eredità da Mattia Muratore, capitano degli Sharks.

Condividi questo articolo