“Giovani e sport: quale merenda?”

0
411

Alimentazione e Sport: un tema molto caro alla nostra associazione e da 6 stagioni curata in prima persona dalla nostra esperta Cristina Cambi con gli incontri nelle Scuole e, nel 2020, con un seguitissimo tutorial. 

Il 99% dei bambini e ragazzi che fanno sport si concede uno spuntino pomeridiano, alternando frequentemente il dolce e il salato.

L’abitudine è considerata corretta dagli esperti. Gli alimenti preferiti sono frutta, merendine, biscotti, yogurt ma anche pane con prosciutto o formaggio, pizzette o crackers. E’ quanto emerge dalla ricerca Doxa-Junior “Sport e Merenda”.

Lo studio è stato presentato  nel corso dell’evento “Giovani e sport: quale merenda?”, organizzato dalla della Società Italiana di scienze dell’alimentazione (Sisa) e da Unione Italiana Food, associazione di categoria che rappresenta le principali aziende produttrici di merendine confezionate e che da anni- segnala una nota- porta avanti una campagna di informazione sulla merenda sul sito www.merendineitaliane.it.

L’indagine è stata condotta attraverso 1.265 interviste a genitori e bambini, valutando eventuali differenze di approccio, nelle quantità e tipologia di alimenti, tra quella di chi fa sport e quella di chi non lo fa. Analizzato anche il rapporto tra i giovani italiani under 13 e lo sport con risultati che registrano che solo 6 giovani (under 13) su 10 praticano regolarmente un’attività fisica.

Con l’iniziativa è stata anche presentata, per fare cultura sulla merenda e sull’importanza del movimento, la campagna informativa di Unione Italiana Food e Sisa dal tema “Giovani e Sport: quale merenda?”. Con la campagna Silvia Migliaccio, Segretario nazionale della Sisa, e Silvana Nascimben, specialista in dietistica, hanno ideato un calendario settimanale di 84 merende basato sull’età e sull’attività fisica praticata: dal calcio alla danza, dal basket al nuoto.

Il calendario è disponibile sul sito www.merendineitaliane.it.