Inaugurate ad Arenzano “Le Case di Atta” grazie al sostegno di EcoEridania

0
995

Si sono aperte oggi le porte delle 3 case del progetto “Le case di Atta”, un’iniziativa patrocinata dal Comune di Arenzano e portata avanti dall’associazione “TuttiperAtta” grazie al prezioso aiuto del Gruppo EcoEridania che ha donato 40.000 euro per la realizzazione.

“Non è nostro interesse regalare materialmente qualcosa – afferma Maurizio Masi, ideatore insieme a sua moglie Alessandra Tegaldo dell’associazione TuttiperAtta, in memoria di loro figlia Agata abbiamo scelto di donare momenti di serenità, per consentire ai bambini di vivere un momento lontano dal Gaslini con la propria famiglia”.

Le case che ospiteranno i piccoli ospiti si trovano più precisamente in Via Verdi, Via Manni e Via Trieste. All’inaugurazione, avvenuta nel cuore di Arenzano, tra palloncini e nastri fucsia, hanno preso parte il Gruppo EcoEridania, il Sindaco di Arenzano, il Dott. Garaventa del Gaslini di Genova, Città Metropolitana di Genova, ABEO, e molti altri sostenitori del progetto.

“Maurizio ed Alessandra sono due eroi, li ho conosciuti un giorno che sono arrivati in ufficio da me e mi hanno raccontato il loro sogno – racconta Andrea Giustini, Presidente del Gruppo EcoEridania – come molti sanno ogni anno i miei dipendenti decidono di destinare una parte della loro quattordicesima per progetti di solidarietà, mi affidano i loro soldi e io ho la responsabilità di spenderli per progetti importanti come quello che stiamo facendo oggi. Quest’anno abbiamo creduto in TuttiperAtta con l’obiettivo e la speranza di far diventare Arenzano un esempio virtuoso di solidarietà, perché è un progetto nostro, di Arenzano ed è un progetto internazionale perché arrivano bambini davvero da tutto il mondo”.

Da oggi, quindi “Le case di Atta” consentiranno a ragazzi in cura nei reparti di oncologia, ematologia e nefrologia del Gaslini di Genova, selezionati da ABEO e CABEF, la possibilità di soggiornare presso le le 3 case di Arenzano.