Edoardo Stochino agli studenti dell’IC Molassana-Prato: “Le sconfitte fanno crescere”

0
459

Grande successo per la lezione di Edoardo Stochino, in collegamento con tre classi terze della Scuola Secondaria di primo grado dell’IC Molassana-Prato. Su invito del professor Mario Summa, il campione di Nuotatori Genovesi e Fiamme Oro racconta la sua esperienza a cominciare dai suoi inizi. Il rapporto con l’acqua, in particolare con il mare, e con il suo allenatore Filippo Tassara, suo angelo custode da 15 anni.

“Se mi metto a contare le mie gare è maggiore il numero di quelle in cui non sono salito sul podio. Sono quelle che ti insegnano di più” afferma Edoardo. Tante domande da parte degli studenti, molto dettagliate. L’infortunio del 2015. “Ho schiacciato troppo l’acceleratore durante allenamenti in inverno, volavo sull’onda della grande gioia arrivata con la medaglia agli Europei 2014”.

Il doping.“Vincere dopandosi è come vincere tagliandosi il percorso”.  La gara più sofferta. “Capri-Napoli 2019.  Dovevo attaccare, mi giocavo la Coppa del Mondo. E invece sono state sette ore di sofferenza”.