#GenovaperSanMartino: non si ferma la gara di solidarietà

0
223

Ancora una volta è stata straordinaria la dimostrazione di solidarietà dei genovesi (e non solo) a sostegno del San Martino. Numerose sono state le donazioni e le iniziative di raccolta fondi per sostenere il Policlinico genovese che ora lancia la campagna generale di raccolta fondi intitolata #genovapersanmartino, con un conto corrente dedicato alla lotta contro il #coronavirus. In pochi giorni raccolti oltre 618.000 euro grazie alle donazioni spontanee dei cittadini e delle associazioni del territorio.

Oggi Stelle nello Sport ha bonificato la prima tranche di 6.000 euro sull’iban  IT02Y0617501594000002390480 che potrà essere utilizzato da tutti (privati, associazioni e aziende) per fare una donazione con causale “Erogazione liberale Emergenza Covid 19“.

Sulla piattaforma GOFUNDME prosegue per altro la raccolta promossa da Stelle nello sport in tutto il mondo sportivo ligure.

Genova, insomma, non si ferma anche grazie alla generosità dei genovesi che, da casa, si stanno mobilitando per aiutare l’Ospedale. “Tutti i medici, infermieri e professionisti del Policlinico genovese ringraziano di cuore i cittadini e le associazioni per questa enorme dimostrazione di affetto”, scrivono dal Policlinico. “Molti hanno scelto campagne di finanziamento collettivo (“crowdfunding”) che hanno permesso ad oggi di raccogliere più di 150.000 euro. Anche il mondo imprenditoriale e sportivo cittadino si sta attivando attraverso azioni concrete e generose donazioni”.

La campagna ufficiale di raccolta fondi #genovapersanmartino è attiva sul sito www.ospedalesanmartino.it/sostienici/donazioni.html. “La solidarietà dei cittadini è fonte di continua energia che arriva direttamente nei reparti, nelle sale di terapia intensiva e del Pronto Soccorso, nei laboratori, al fianco degli operatori sanitari impegnati nella lotta contro il virus”, sottolinea Matteo Bassetti, Direttore delle Malattie Infettive, da giorni in prima linea nella lotta al virus.

“Il nostro grazie è pieno di riconoscenza: non siamo soli, non siete soli ad affrontare questa battaglia”, aggiunge Angelo Gratarola, Direttore del DEA, il dipartimento che riunisce tutte le terapie intensive e le strutture dell’emergenza.

“Molte persone si sono mobilitate, chiedendo come si può essere utili in questa situazione, anche offrendosi come volontari”, spiega Giovanni Ucci, Direttore Generale del San Martino che insieme a tutto l’Ospedale vuole fare arrivare il proprio ringraziamento. “Al momento chiediamo a tutti di seguire le indicazioni che limitano la diffusione del contagio, ma si può fare molto anche da casa. Per questo abbiamo attivato la campagna #genovapersanmartino con un conto corrente dedicato a chi vuole sostenere il San Martino”.

Antonio Uccelli, Direttore Scientifico, rilancia l’invito a sostenere le attività del Prof. Bassetti, del Dott. Gratarola e di tutti i medici, gli infermieri, i ricercatori, i farmacisti, il personale amministrativo, i magazzinieri ed ogni singolo dipendente impegnato nel contenere questa drammatica epidemia e trovare una cura: “Tutto il Policlinico sta reagendo con rapidità per aumentare i posti letto di terapia intensiva, acquistare nuove strumentazioni, assumere nuovi professionisti necessari alla lotta virus. Alla lotta per salvare le persone malate affianchiamo la ricerca che ci aiuti a comprendere la biologia del virus, il modo in cui si diffonde e a trovare nuove cure”.

“Questa è una sfida complessa, senza precedenti che ci sta mettendo a dura prova su tanti fronti. Possiamo vincerla solo insieme”, conclude Ucci.

Noi ci siamo! #stellenellosport #vinciamonoi #PoliclinicoSanMartino #genovapersanmartino