Cda Ansaldo Energia approva le linee guida del nuovo piano industriale

0
171

Il Consiglio di Amministrazione di Ansaldo Energia, riunitosi oggi, ha preso visione e deliberato le linee guide del nuovo Piano Industriale della società, che delinea una fase di rilancio industriale e finanziario.

Secondo quanto delineato nelle predette linee guida – preparate dal management guidato dall’ing. Giuseppe Marino, amministratore delegato nominato lo scorso ottobre – il nuovo Piano ha due obbiettivi prioritari: miglioramento della redditività e della generazione di cassa, in un mercato in rapida trasformazione e altamente competitivo.

In particolare, le linee guida approvate prevedono:

–              la prosecuzione della spinta commerciale già avviata con successo durante il 2019 (portafoglio ordini cresciuto del 30% rispetto al 2018) grazie al più favorevole contesto di mercato e all’avvio della commercializzazione della turbina di classe H;

–              l’avvio di un processo di riorganizzazione ed efficientamento industriale e organizzativo, in coerenza con lo sviluppo del business;

–              la riduzione del capitale circolante in tutte le sue componenti;

–              il contenimento degli investimenti differibili e una rifocalizzazione delle spese di ricerca;

–              la revisione del perimetro aziendale.

Le azioni sopra descritte si rendono necessarie poiché – pur in presenza di un contesto di mercato in miglioramento anche in Italia, dopo tre anni di instabilità di mercato a livello mondiale – si prevede che i risultati economici e finanziari dell’anno che si sta chiudendo siano inferiori alle attese, anche a causa di maggiori spese su un progetto in Turchia e della dinamica del capitale circolante.

L’Azienda ha invitato entrambi i principali soci di Ansaldo Energia – CDP Equity S.p.A. (“CDPE”) e Shanghai Electric Hongkong Co. Limited – a supportare la società nel nuovo Piano e, in risposta a tale invito, ha già ricevuto una comfort letter dal socio CDPE in cui quest’ultimo conferma la strategicità del proprio investimento in Ansaldo Energia e, in continuità con quanto già avvenuto in passato, conferma la propria disponibilità a supportare la società nello sviluppo del nuovo Piano Industriale, ferma in ogni caso la preventiva verifica e valutazione di quest’ultimo, nella sua versione definitiva, e l’approvazione da parte dei competenti organi sociali.

Inoltre, al fine di accompagnare l’attuale crescita della domanda, le principali banche finanziatrici hanno confermato la disponibilità a supportare la società.