20annidiStelle: a Scuola di Sport (VIDEO)

0
199

Stelle nello Sport va in direzione della Cultura, dell’Educazione e della Scuola con specifici progetti come “A Scuola di Sport”, “Una Classe di Valori”, “Alimentazione e Sport”, il concorso “Il Bello dello Sport” e, naturalmente, una Festa dello Sport sempre più ricca di attività. Un’importante riflessione su questi aspetti del progetto arriva in occasione dello speciale Forum “20 anni di Stelle nello Sport” in onda in diretta giovedì 4 aprile su Primocanale direttamente da Terrazza Colombo.

Intervengono Ilaria Cavo (Assessore Sport Regione Liguria), Patrizia Giallombardo (CT Nazionale Nuoto Sincronizzato), i campioni Teresa Frassinetti (Pallanuoto) e Francesco Bocciardo (Nuoto Paralimpico).

“È fondamentale portare Stelle nello Sport a scuola, nelle classi. Finché sono così piccoli, sino alle medie, sono delle spugne incredibili: un’ora col loro, due ore con loro, è un tempo preziosissimo e davvero lungo per trasmettere loro dei valori fondamentali dello sport. Credo che sia uno dei motivi principali per cui con convinzione continuiamo a sostenere questo progetto” spiega l’assessore Cavo.

In tema di educazione, ecco il pensiero della CT Giallombardo. “Pensavo di vivere in un’isola felice a Savona, con la Rari Nantes. Quando abbiamo vinto 14 titoli nazionali l’uno dietro l’altro, mi hanno chiesto di fare il Commissario Tecnico della Nazionale. Cerco sempre di portare i valori, le regole che ci hanno insegnato i nostri nonni e genitori, semplicemente. Per me salutare ad esempio è la cosa più importante, non portarsi il cellullare a tavola, rispettare le mie compagne…”.

Per Teresa, “incontrare gli studenti con Stelle nello Sport è stato bellissimo. Non credevo potesse essere così gratificante, anche per me proprio, raccontare in modo semplice tutto quello che è il bagaglio di uno sportivo, e di emozioni, è stato bello raccontare ai bambini con parole molto semplici.. Le domande più belle sono quelle che hanno portato anche me stessa a riflettere su tutto quello che lo sport mi ha dato”. Per Francesco  “è fondamentale andare nelle scuole perché permette di fare la differenza, è importante vincere una medaglia per il proprio paese ma è ancora più importante quando si riescono a dare dei segnali forti alle nuove generazioni”.