Carolina Cordano: “Fotografare per essere felici”

0
598
La foto di Carolina Cordano che ha vinto la 1° edizione
La foto di Carolina Cordano che ha vinto la 1° edizione

Il premio fotografico istituito da Stelle nello Sport per ricordare il presidente del CONI Genova Carlo Antonio Nicali è sempre stata una vetrina prestigiosa per numerose discipline, immortalate in scatti che mostrano, oltre ad una notevole capacità, bellezza dei soggetti e apparenza anche importanti valori quali il fair-play, l’entusiasmo, la grinta, la gioia… Fin dalla prima edizione nel 2013 l’evento ha riscosso gradimento e una buona partecipazione, partendo proprio dai 293 scatti presentati e messi in mostra nel “Galà delle Stelle 2013”. Quell’anno si affermò Carolina Cordano. La sua passione per il pattinaggio artistico a rotelle si evince decisamente da quella foto, uno scatto che come ammette lei stessa “mette di buon umore” e che senz’altro, grazie anche alla protagonista e ai colori che la circondano, sprizza tanta energia!

Vorrei chiederti un parere anzitutto sul progetto Stelle nello Sport, cosa ne pensi?
“Penso che il progetto Stelle nello Sport sia un’ottima iniziativa, permette di conoscere svariate attività dalle più conosciute alle meno praticate”.

Che strumento usi per le tue fotografie?
“Per fotografare utilizzo la mia vecchia Nikon D3100, regalo di mia madre per l’esame di terza media… Grazie a lei ho scattato la fotografia che mi ha fatto vincere il concorso! Non sempre però la porto con me, in alternativa utilizzo la camera del cellulare”.

A cosa è dovuta la tua passione verso la fotografia?
“La mia passione verso la fotografia è nata grazie a mio nonno, sono cresciuta con un fotografo al mio fianco, con sè porta sempre (tuttora) la sua macchina fotografica e grazie a lui ho scoperto l’importanza di catturare ogni attimo che può suscitare qualcosa dentro di me”.

Quali sono i tuoi soggetti preferiti?
“I miei soggetti preferiti sono le persone ed i paesaggi che hanno qualcosa da raccontare, preferisco scattare una fotografia ad una coppia di anziani che non si accorge della mia presenza piuttosto che ad un/a ragazzo/a in posa e adoro immortalare paesaggi che per me significano o hanno significato qualcosa di speciale perché riesco a rendere lo scatto ancora più “mio”.

Cosa rappresenta la tua foto, premiata nel 2013?
“La fotografia del 2013 per me rappresenta la felicità, tutte e tre le mie passioni unite in un premio: Il pattinaggio, la fotografia e le navi da crociera. In quello scatto avevo immortalato la mia migliore amica, anche lei pattinatrice, a Quarto, mentre saltava coi suoi pattini a rotelle in mezzo ad un’esplosione di colori.  Guardare quella foto mi mette ancora adesso di buon umore, ce l’ho appesa in camera e mi ricorda ogni giorno che “se voglio, posso”.

Come mai hai scelto questo soggetto per la tua foto?
“Avevo scelto di fotografare il pattinaggio artistico a rotelle, perché era il mio sport, e anche se ormai ho smesso da quasi tre anni mi sento ancora legata ai miei pattini a rotelle, ai miei body da gara, alle emozioni che ho provato gareggiando e salendo sui podi. Il pattinaggio è un mondo che non tutti conoscono e vorrei potesse diventare uno sport più seguito, perché è come entrare in un sogno: volare, piroettare, prendere velocità con quella leggerezza e libertà che solo questo sport sa dare”.

Anche te hai praticato questo sport?
“Nel 2013 ancora pattinavo e avevo vinto parecchi titoli. Ad oggi ho smesso di praticare sport per dedicarmi agli studi universitari, ed il mio sogno adesso è quello di disegnare nuove navi da crociera! Nel disegno come nella fotografia ci vuole l’occhio e devo allenarmi ancora molto!”.