“Lasciamo piangere i nostri ragazzi”

0
1391

Per Alex Zanardi, piangere è un’opportunità di crescita per ragazzi e ragazze. Un esempio importante per i giovani sportivi arriva dal campione paralimpico sulle pagine di Sport Week. 

“Da giovane avevo pochi modi per “assorbire” i due di picche presi da una fidanzata, i gesti di bullismo in classe, la consapevolezza di non essere il leader cercato da tutti che avrei voluto essere. Le lacrime sono una metafora, almeno per i maschietti come me che cercavano di trattenerle. Ma nella mia camera, sotto al poster di Gilles Villeneuve, qualche pianto me lo sono fatto anch’io. E c’era sempre un amico un po’ “sfigato” come te, cui confidavi le insicurezze che erano anche un po’ sue. Oggi ai ragazzi cosa resta?”

Clicca qui per proseguire