Il sanremese Alex Liddi vince la Serie del Caribe di Baseball

0
586

La Serie del Caribe è una specie di Coppa dei Campioni dei paesi caraibici, mette di fronte le squadre vincitrici dei campionati di Repubblica DominicanaPorto RicoCuba,Venezuela e Messico.Il sanremese Alex Liddi l’ha giocata con la maglia deiVenados de Mazatlan, la formazione che aveva appena vinto il campionato messicano ed è arrivato a giocarla da pick-up player. Il regolamento della competizione, infatti, prevede che nella fase dei playoff del proprio campionato e poi anche nellaSerie del Caribe ogni squadra possa prelevare 2 giocatori dalle squadre eliminate. Liddi, che aveva cominciato il campionato con i Charros de Jalisco e proseguito nei playoff con le Aguilas de Mexicali, si è trovato a giocare e vincere la Serie con i Venados: “È proprio per questo motivo che, arrivati a Santo Domingo, mi sono visto le prime 2 partite dal dug-out. Non essendo io uno dei giocatori della squadra originaria, il manager ha preferito dare spazio ai suoi. Poi, però, dalla terza partita mi ha messo dentro. Sento di aver dato il mio contributo e credo di aver giocato bene”, infatti il manager non lo ha più tolto e per Alex anche la soddisfazione di battere le maldicenze e i gufi che non portasse fortuna alle squadre in cui andava a giocare: “Come ti avevo detto prima dell’inizio del torneo questa è una cosa che non mi ha mai toccato. Non ci ho mai fatto caso e non mi interessava preoccuparmene, sarebbero state energie sprecate”.

In finale i Venados hanno sconfitto  5-4 i campioni del Venezuela, leTigres de Aragua con un walk-off home-run al nono inning e se anche Alex ha chiuso a 0 su 4, la festa è stata immensa.

“La finale l’ho giocata da titolare: il manager mi ha dato fiducia e sono riuscito a raggiungere questa vittoria mi riempie veramente di soddisfazione, perché gli ultimi sono stati anni difficili. Ho avuto molte difficoltà; in inverno non ero mai riuscito a esprimermi come avrei voluto.  Oggi posso finalmente dire che le difficoltà sono passate e guardo avanti con grande fiducia”.

Il futuro, per ora, si chiama Italia: “finalmente mi sono conquistato un periodo di vacanza. È da novembre 2014 che non mi fermo un attimo. Ora, io e le mie 2 splendide donne faremo 3 settimane a casa a Sanremo. Sarà l’occasione per rifiatare e godere dello stare in famiglia e con gli amici. Alla fine di questo periodo tornerò a lavorare duro per affrontare la nuova stagione. Per ora si riparte dal Triplo A (ndr  Norfolk Tides, Franchigia dei Baltimore Orioles), con l’obiettivo di salire ancora…”

(fonte FIBS.it)