Scuola, movimento, cultura. “Tutti in meta” con il Genova Rugby

0
514

Il Progetto del Genova Rugby “Tutti in meta” ha riscosso grande successo in Genova.
Questa mattina sul sintetico dello Stadio Carlini piu’ di cinquecento studenti si sono confrontati nel torneo amichevole di minirugby dedicato ad una colonna storica del rugby cussino e Genovese “Pillo” Scarpiello. Hanno preso parte le scuole elementari Vernazza, Richeri, Gilberto Govi e scuole medie degli Istituti Comprensivi di Pegli e Sturla. Hanno diretto i confronti, di stampo strettamente ludico, Mario Fusco, Roberto “Isaia” Comandini, Fabio Marzano, Franz Nasti, Beatrice Moresco, Patrizio Parente. Con la sapiente regia del Prof. Massimo D’Angelo si è poi sviluppata la premiazione ufficiale. Hanno preso parte l’assessore allo sport del Comune di Genova, Pino Boero, il presidente del Comitato Regionale Rugby Ligure Oscar Tabor, il prof. Patrizio Parente, pres. Genova Rugby, l’Amm. Antonio Cairo e Pierpaolo Varaldo coordinatore ed. fisica Ambito Territoriale Genova in rappresentanza del Miur.

E’ stato spettacolare assistere a queste gare e vedere il prato dello stadio Carlini gremito di tutti questi bimbetti colorati e festosi ed è la riprova che con pochi mezzi a disposizione, ma con l’entusiasmo di insegnanti ed esperti lo sport può essere fonte di belle iniziative sociali e culturali.

La scuola ha bisogno di uscire più spesso sul territorio per far assaggiare ai  suoi scolari cosa c’è di positivo e buono nel mondo sportivo giocato e non solo raccontato sui libri: più pratica, più movimento, più cultura. Tutti valori sposati da Stelle nello Sport.