A Scuola di Sport: tutto pronto per venerdì

0
439

Scuola di Sport, in pratica, è l’anticamera del Torneo Ravano e, anche oggi sul campo sestrese dell’ex corderia, si ha prova la validità degli allenatori/educatori impegnati in questo difficile ruolo che avvicina in modo idoneo gli scolari delle prime e seconde classi elementari. In questo caso, sono coinvolte le scuole 2 Giugno, Carducci. Pezzani e nel pomeriggio la San Giovanni Battista, tutte di Sestri Ponente. Gli sport trattati in modo educativo e ludico sono stati oltre al rugby, il calcio, che entrambe ineditamente nel pomeriggio è stato seguito dall’educatore di rugby Paolo Ricchebono, la pallavolo e la pallacanestro. Domani ultimo appuntamento cittadino per la Scuola di Sport in quel di Voltri. Venerdì, invece, grande giornata finale al Porto Antico di Genova a partire dalle ore 9.

Il progetto “A Scuola di Sport” è costituito dall’insieme di 4 esperienze motorie nelle discipline: calcio, pallacanestro, pallavolo, rugby ed avrà luogo nella provincia di Genova, nel periodo compreso tra il 15 Aprile e il 21 Maggio 2015 (“fase primi passaggi”) e nella giornata di Venerdì 22 Maggio 2015 con la “festa finale” al Porto Antico ed è sostenuto da Alleanza Assicurazioni. 

Esercizi a gruppi di guida della palla abbinati a giochi che possano permettere la massima espressività e divertimento ai bambini come Sparviero o Staffetta.

1° GIOCO: Sparviero

Il campo viene diviso con i cinesini in due metà uguali: in una si trova lo sparviero, nell’altra tutti gli altri bambini. I bambini (incluso lo sparviero) hanno una palla a testa che devono condurre con i piedi durante il gioco. I bambini devono oltrepassare la zona occupata dallo sparviero per raggiungere la linea di fondo campo opposta senza essere mai toccati dallo sparviero. Lo sparviero, finchè non passano tutti i giocatori, deve rimanere nella propria zona di competenza e cercare di toccare più compagni possibili, mantenendo sempre il controllo della palla ai piedi. I bambini toccati dapprima escono dal campo, poi prima di iniziare la seconda manche, entrano per diventare anch’essi sparvieri. Prima di iniziare la seconda manche, i bambini che non sono mai stati toccati devono occupare la zona relativa alla linea di fondo campo opposta (cioè quella che precedentemente era occupata dallo sparviero), mentre gli sparvieri si spostano nell’altra metà campo. Vince l’ultimo giocatore che riesce a rimanere in campo senza essere mai stato toccato.

2° GIOCO: Staffetta

I bambini si dispongono in due file parallele, ciascuna dietro un cono. Il primo della fila avrà la palla al piede. Alla distanza di 2 metri ci sarà un segnalino (per esempio un cinesino), a 15m ci sarà un altro cono.