Pietro Gaggero: “Grazie Pro Recco, ma siamo appena all’inizio!”

0
732

Siamo ormai agli ultimi giorni utili per le votazioni di Stelle nello Sport. Proseguiamo quindi i nostri approfondimenti sugli atleti e le atlete più votate del concorso. Per la categoria “Junior Maschile – Trofeo Cambiaso Risso” oggi parliamo di Pietro Gaggero, rugbista emergente della Pro Recco Rugby. Ci ha raccontato la sua storia, parlandoci dei suoi impegni con la Nazionale giovanile e dei suoi sogni per il futuro…

Sapevi di essere tra gli atleti più votati?
“Si me l’hanno detto. Sinceramente non avrei mai pensato di poter essere così in alto nel gradimento dei votanti. È una bellissima sensazione”.

Cosa ne pensi del progetto di Stelle nello Sport?
“È un progetto che ho conosciuto quest’anno, proprio in virtù dell’alto numero di voti che ho ricevuto. Penso che sia molto bello che si dia spazio agli sport meno conosciuti e soprattutto agli atleti giovani emergenti”.

Come ti sei avvicinato al rugby?
“Per questo devo ringraziare il mio caro amico Nicolò Boero. Mi ha “strappato” dalla pallavolo, sport che facevo in precedenza, facendomi scoprire questo modo stupendo che mi ha preso immediatamente facendomi innamorare”.

Avrai fatto tanti sacrifici…
“Si ce ne sono stati. La cosa bella è che per ognuno di essi ho ricevuto altrettante soddisfazioni. Le convocazioni ricevute quest’anno con la Nazionale e la fantastica possibilità di frequentare l’accademia di Torino sono state possibili solo grazie ai tanti sacrifici fatti”.

Come sono state le esperienze con la Nazionale U18?
“Sono state esperienze stupende anche se molto sudate. Penso che un’occasione del genere non si possa mai rifiutare e non c’è stata una volta in cui non abbia pensato di volerla rifare il più presto possibile”.

Qual’è il risultato che ricordi con piacere o che porti nel cuore?
“C’è una partita che porto nel cuore. Durante il Campionato Europeo in Francia abbiamo strappato una vittoria incredibile, 14-13 contro il Galles. È stata una gara combattutissima, con il risultato in bilico fino alla fine. Per me è stata sicuramente la partita più bella di tutto l’anno, coronata da una vittoria prestigiosa”.

Quali sono i tuoi sogni e i tuoi progetti per il futuro?
“Il più immediato è sicuramente quello di riuscire a giocare nella prima squadra della mia società. Sarebbe un passo avanti importante, che mi aiuterebbe a crescere come persona e come rugbista. Per il resto aspetto di vedere le occasioni che mi capiteranno e spero di essere pronto a coglierle. A prescindere da ciò che capiterà voglio cogliere l’occasione per ringraziare di cuore tutta la società Pro Recco e le fantastiche persone che ne fanno parte. Mi hanno cresciuto come sportivo, ma soprattutto dal punto di vista personale. Li devo ringraziare di cuore”.

Simone Bernardo