Gloria Scarsi: “Ogni gara sempre al massimo!”

0
735

Con un mese al termine delle votazioni di Stelle nello Sport cominciamo a conoscere più da vicino alcuni degli atleti che hanno raccolto maggior gradimento dei votanti. Nella classifica della categoria “Big Femminile – Trofeo Villa Montallegro” spicca il nome di Gloria Scarsi, ciclista dell’UC Alassio, due volte campionessa d’Italia su strada nel 2014.

Sapevi di essere tra le atlete più votate?
No, non lo sapevo. È stata una sorpresa molto gradita.”

Cosa pensi del progetto Stelle nello Sport?
“Penso che sia una cosa molto bella, che trasmette valori positivi e che dà la possibilità di conoscere meglio gli atleti che vengono votati.”

Come ti sei avvicinata al ciclismo?
“Sicuramente è una questione genetica, tutti in famiglia hanno praticato questo sport. Mio nonno è un ex professionista mentre mio padre correva con Mirko Celestino. Di certo c’è tanta passione e voglia di fare.”

In una regione come la Liguria devi aver fatto molti sacrifici…
“Si abito in una regione in cui il ciclismo non è particolarmente diffuso, ma grazie ai sacrifici dei miei genitori ho potuto coltivare questa passione. Mi hanno sempre portato in giro per l’Italia dandomi la possibilità di competere con le più forti. Anche se questo spesso significa affrontare trasferte molto lunghe.”

Qual’è la vittoria che porti nel cuore?
“Senza ombra di dubbio i due Campionati Italiani che ho vinto l’anno scorso. In nove anni di carriera sono i miei successi più importanti ottenuti finora. Qualcosa che non si dimentica facilmente.”

C’è qualche ciclista in particolare a cui ti ispiri o che ammiri?
“Non c’è un atleta in particolare che ammiro, ma ne ho alcuni di cui apprezzo determinate caratteristiche. Ad esempio la Longo Borghini, per il suo atteggiamento offensivo nelle gare e per la sua disponibilità, e la Bronzini che è velocista come me. Poi è chiaro che quelle davvero forti si ammirano sempre.”

Pochi giorni fa è arrivata la tua prima vittoria del 2015, un bel modo di cominciare la stagione…
“Si, lunedì c’è stata la prima gara dell’anno ed è stata una vera sorpresa perché non pensavo di cominciare così bene la stagione essendo al primo anno e dovendo lottare contro ragazze più esperte. È stata una gara molto attiva fin dai primi chilometri, uno scatto dietro l’altro. Poi, sulla prima salita, c’è stata un po di selezione e siamo riuscite ad andar via in 9. La vittoria in volata è stata davvero emozionante.”

Quali sono i tuoi sogni e obbiettivi per il futuro?
“Sono concentrata su ogni gara che affronterò quest’anno. Sicuramente ci sarà più attenzione sul Campionato Italiano e la Coppa d’oro. Poi la nazionale da junior e, se ci si arriva, anche da élite. Vorrei dare il massimo in tutta la mia carriera, raggiungendo traguardi prestigiosi come Europei e Mondiali. I sogni sono tanti, sarà dura realizzarli ma ce la metterò tutta!”

Simone Bernardo