“Stelle nello Sport Educational”: le voci della presentazione in Regione

0
492

“Una Classe di Valori”, abbinata a Due Energie, ed il Premio Fotografico “Carlo Nicali”, legato a Bayer,  al centro dell’attenzione dell’evento Stelle nello Sport di questa mattina in Regione Liguria.
Al tavolo dei relatori, l’assessore regionale allo sport Matteo Rossi, il delegato Coni Genova Antonio Micillo, il direttore Vendite Due Energie Massimo Bresciani ed il coordinatore genovese di Educazione Fisica Pierpaolo Varaldo.

In sala, la spadista Brenda Briasco, i rugbisti del Cus Genova Steven Castle e Giacomo Bertirotti, i cestisti della Bic Genova John Amasio e Maximiliano Ruggeri.  

A complimentarsi con lo staff di Stelle nello Sport, è subito l’assessore Rossi. “Servirà, in futuro, avere una delega per la Regione per Stelle nello Sport visto che ogni settimana organizzate almeno un evento di promozione dei valori dello sport… L’allargamento ai progetti Educational dimostra, ancora una volta, le straordinarie potenzialità dello sport che, nel caso di Stelle nello Sport, con Una Classe di Valori ed il Premio Fotografico dedicato alla grande figura di Carlo Nicali raggiunge migliaia di giovani della nostra Liguria”. 

Per Varaldo, “a scuola non si fa sport ma educazione, purtroppo in Italia andiamo su due binari paralleli. A scuola si fa scuola e lo sport è un altra cosa. Gli insegnanti di educazione fisica non fanno fare sport, non c’è agonismo a scuola. Non sono d’accordo sull’idea di sport a scuola come opportunità per creare campioni. Stelle nello Sport mi piace perché ha iniziative che mischiano i due mondi, portando le federazioni sportive a scuola con i loro campioni come esempi di una vita sana”.

In rappresentanza di Due Energie, il dottor Bresciani. Una Classe di Valori  è un iniziativa importante e va al di là di una sponsorizzazione classica, perché associa il nostro marchio ad una operazione di qualità. Sono un genitore anch’io e Stelle nello Sport rappresenta un’occasione di promozione di quegli importanti valori che, in questo caso nello sport, aiutano a formare i futuri uomini e donne. Spesso e volentieri, si edono i campioni senza sapere cosa c’è dietro. Il racconto delle loro esperienze, in oltre 20 appuntamenti scolastici, significa preparare le future generazioni alle sfide che li aspettano. Desideriamo ringraziare gli atleti che si rendono disponibili a veicolare questi messaggi ritagliandosi dello spazio tra le ore di allenamento”.

In vista della Festa dello Sport del Porto Antico, è la coordinatrice Luisella Tealdi a lanciare l’appuntamento a tutti gli insegnanti presenti in sala per la giornata di venerdì 22 maggio. “Quest’anno la sensazione è che sarà ancora più bella. Esalteremo ancora tutti valori dello sport, sarà un occasione  unica per le scuole che intendono partecipare perché gli alunni avranno un momento importante per fare sport all’aperto”. 

Proseguirà, sulla scia dell’ex Baby Ravano, l’esperienza calcistica per i giovanissimi studenti. E’ Marco Caroli  a presentare “A Scuola di Sport”. “Portiamo avanti quest’iniziativa grazie al sostegno della Regione ed il Porto Antico. Gioco e divertimento per 1500 bambini delle scuole elementari, pronti a cimentarsi in tanti sport. Siamo contenti di poter giocare di squadra con Stelle nello Sport”. 

Antonio Micillo, delegato Coni Genova, parla del Premio Fotografico. “Se le risorse economiche mancano diventano più importanti quelle umane. Sicuramente oggi Carlo si sarebbe emozionato, lo sport qui a Genova va avanti anche grazie a Stelle nello Sport con atleti che sono perfetti testimonial per i valori del mondo sportivo. Confido, ancora una volta, nell’invio di tantissime foto per esaltare lo Sport sotto ogni punto di vista”.