Croce Bianca Rapallo e Gaslini: il cuore dell’Entella

0
56
Testa al campo, ma cuore sempre aperto per aiutare chi ha bisogno. Sostenere con i propri mezzi chi si trova in difficoltà è da sempre uno degli obiettivi della grande famiglia biancoceleste. In occasione del primo incontro casalingo del nuovo campionato, infatti, sono stati consegnati due importanti assegni, frutto del lavoro costante svolto in questi ultimi mesi. Dopo la tragedia del crollo del ponte Morandi, l’Entella nel Cuore si è subito mobilitata per dare un aiuto attivo e concreto, soprattutto alle famiglie che hanno subito numerosi danni.

Ed ecco che, grazie al preziosissimo aiuto dell’Albissola calcio, del Fondo Chiara Rama, di aziende e sostenitori privati e dei giocatori della prima squadra della Virtus Entella, sono stati raccolti undicimila euro che sono stati devoluti alla Croce Bianca Rapallese per finanziare le attività in favore delle famiglie sfollate.

È stato, inoltre, consegnato un secondo assegno di significativa importanza del valore di quattromila euro all’ospedale Gaslini di Genova. La somma è stata raccolta dalla Naima Dance Academy attraverso il concorso Premio Giorgia Brixel, intitolato alla giovane ballerina scomparsa prematuramente a causa di un disturbo cardiaco.

Proprio la famiglia di Giorgia ha voluto devolvere questo assegno direttamente al reparto di cardiologia del Gaslini. “In questi mesi di surreale e forzato silenzio dell’attività sportiva l’Entella non ha dimenticato sé stessa né la vocazione solidale che è una delle sue componenti cardine”, spiega Sabina Croce, presidente dell’Entella nel Cuore, “Oggi, a dimostrazione della volontà di rimanere noi stessi anche nelle difficoltà consegniamo due assegni frutto di diverse raccolte fondi. Non credo ci sia un modo migliore per ricominciare che continuare ad essere quello che siamo”. Il calcio in questi ultimi mesi si è fermato, ma l’attività sociale dell’Entella è andata avanti per aiutare, come sempre, chi ha bisogno.

Commenti